È allarme carenza sangue in Basilicata: ecco come aiutare

È allarme in Basilicata.

L’AVIS di Basilicata comunica:

“Il Covid 19 e le sue varianti meno aggressive stanno acuendo anche in Basilicata il problema legato alla carenza di sangue.

Per cui l’appello a tutti i donatori e a coloro i quali intendono avvicinarsi a questo stupendo mondo, è quello di recarsi presso le strutture dislocate sul territorio regionale, o anche nelle località di villeggiatura e di compiere un gesto semplice, ma estremamente importante, soprattutto in questo momento”.

Spiega il presidente di Avis Basilicata, Sara de Feudis:

“Purtroppo come accadeva negli anni passati, questa volta le difficoltà che non si risolveranno, con la disponibilità di quelle regioni che hanno scorte eccedenti rispetto alla domanda di sangue ‘compensano’ i territori in affanno.

Per questo c’è bisogno di uno sforzo straordinario di tutti i cittadini e soprattutto di chi non ha mai donato, a fare la propria parte.

La situazione di difficoltà si ripercuote anche negli ospedali.

Con questa situazione il sangue disponibile servirà a garantire le terapie salvavita a pazienti affetti da malattie rare, come i talassemici, mentre gli interventi chirurgici non urgenti dovranno essere rimandati.

La donazione di sangue e plasma è aperta a tutti i cittadini che dispongano di un documento di identità valido.

Per poter donare sono richiesti: età compresa tra i 18 e i 65 anni , un peso corporeo minimo di 50 chilogrammi e un buono stato di salute.

Mai come questa volta occorre che tutto il mondo sanitario si attivi per trovare le soluzioni e mettere in campo tutte le risorse necessarie ad effettuare il maggior numero di raccolte sono certa che i donatori anche questa volta saranno presenti e disponibili e il grande cuore di tutti i cittadini lucani riuscirà a colmare questa emergenza”.

Per qualsiasi informazione Avis Basilicata ha messo a disposizione il numero di telefono 0971 46872.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)