Tragedia colpisce la Basilicata: spara alla compagna per poi togliersi la vita

Una tragedia ha scosso il potentino.

Come riporta La Repubblica:

“Omicidio suicidio a Vinovo, nell’hinterland torinese.

Una guardia giurata, durante una lite, ha ucciso la compagna a colpi di pistola. Poi l’uomo si è sparato.

Il delitto è avvenuto in via Tetti Rosa 17: i vicini hanno chiamato il 112 segnalando urla seguite da colpi d’arma da fuoco. A indagare sono i carabinieri della compagnia di Moncalieri.

L’omicida si chiamava Gianfranco Trafficante, 48 anni.

Lei Emanuela Urso, di 44.

I due hanno convissuto per anni e si erano lasciati un mese fa.

Lei lavorava al supermercato ‘Mercatò’ di La Loggia ed era tornara dal turno alle 13.

Lui l’aspettava sul pianerottolo: lì, dopo una lite, le ha sparato diversi colpo, poi si è tolto la vita con un proiettile al petto. Ha usato l’arma semiautomatica d’ordinanza.

Dopo il delitto un carabiniere è rimasto ferito nel tentativo di sedare una lite scoppiata davanti a casa tra i parenti della guardia giurata e della sua vittima: sul posto, infatti, sono arrivati i genitori della donna che sotto choc hanno insultato il fratello dell’omicida, anche lui presente. Tra i due uomini si è scatenata una colluttazione. Il carabiniere che cercava di dividerli è rimasto ferito”.

Trafficante, artefice dell’orribile gesto, era originario di Vietri di Potenza.

Ci stringiamo al dolore dei famigliari coinvolti in questa dolorosa vicenda.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)