Pisticci: “dopo la chiusura del parcheggio multipiano, arriva un’ulteriore mazzata alla circolazione in paese”. La denuncia

Il gruppo politico “Direzione Comune” denuncia:

“Desta preoccupazione e perplessità la gestione della VIABILITÀ di Pisticci Centro e del problema PARCHEGGI da parte dell’Amministrazione Comunale.

Ad una situazione di notevole disagio determinata dalla chiusura per manutenzione del parcheggio MULTIPIANO, che ospitava abitualmente circa 150 vetture, si è aggiunta, da lunedì 9 gennaio e fino alla fine di febbraio, la chiusura al traffico del tratto di corso Margherita che collega Piazza Sant’Antuono a Piazza San Rocco, noto ai pisticcesi come ‘a calator’ ‘a chiazz’.

Ne deriverà una ulteriore riduzione dei posti auto – minima ma impattante, visto il contesto attuale – e la deviazione del traffico veicolare, che attraverserà la parte di Corso Margherita, abitualmente dedicata al passeggio, che va da Piazza Sant’Antuono all’incrocio con via Cantisano, su cui insistono svariate attività.

Tutti i pisticcesi provano certamente GRANDE GIOIA nel sapere che si sta procedendo alla messa in sicurezza della CHIESA DI SAN ROCCO e dell’area che la ospita così da permetterne la riapertura definitiva in tempi brevi.

Il punto è che da lunedì fino al termine dei lavori di manutenzione del multipiano sarà DIFFICILE CIRCOLARE e quasi IMPOSSIBILE PARCHEGGIARE, con notevole disagio per i residenti, fruitori degli uffici e attività commerciali!

Perché i lavori al MULTIPIANO non hanno rispettato i tempi inizialmente indicati (inizio ad ottobre e riapertura ai primi di dicembre)?

Perché questo RITARDO, che ha determinato fra l’altro un forte aggravio del disagio durante le festività natalizie?

Quanto durerà questa situazione?

Per quanto tempo ancora l’ASCENSORE che da via Fronte Palmieri porta a via Cantisano sarà inutilizzabile?

Alla luce del ritardo dei lavori al parcheggio, non era possibile attendere la sua RIAPERTURA prima di dare una ulteriore mazzata alla circolazione in paese, considerata anche la certezza del finanziamento per la Chiesa di S. Rocco?

Questa soluzione, per certi versi inevitabile, tiene conto delle difficoltà che si creeranno nella principale zona di aggregazione del paese, cioè CORSO MARGHERITA?

Suggeriamo agli amministratori di pensare quantomeno ad una ALTERNATIVA, che potrebbe fra l’altro essere un esperimento utile per il futuro: si potrebbe ad esempio adibire a ZONA PARCHEGGIO un’area distante dal centro storico (es. piazzale di via Magenta, nei pressi del calcetto del Rione Croci), dotando la stessa di un servizio navetta continuo (es. ogni 15 minuti) che permetta ai residenti e a chi viene da fuori di raggiungerlo con facilità.

Forse anche ripristinare occasionalmente il parcheggio su ambi i lati di corso Metaponto permetterebbe di recuperare qualche posto auto.

Pur comprendendo la necessità dei lavori, ci spiace constatare ancora una volta che la mancanza di una vera PROGRAMMAZIONE possa portare più danni collaterali che benefici diretti”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)