Sindaco di Irsina: “Se la situazione continuerà ad essere sotto controllo, potremo chiedere al Governatore Bardi la revoca dell’ordinanza ‘zona rossa'”

Ancora tamponi negativi a Irsina.

È quanto fa sapere il Sindaco, Nicola Massimo Morea, in un post pubblico:

“Mentre registriamo ancora la buona notizia della negatività dei tamponi effettuati ieri nella nostra città, è opportuno fare qualche precisazione per chiarire, una volta per tutte, protocolli e azioni che ci vedono parte attivissima da oltre un mese, attraverso il Centro Operativo Comunale.

Un Amministratore Pubblico è chiamato a decidere.

Anche nei momenti concitati, deve cercare di fare prevalere la ragione, non potendosi permettere di parlare con la ‘pancia’.

Se comprassimo i famosi kit rapidi sierologici probabilmente verremmo acclamati dai cittadini.

Ma commetteremmo due errori:

1 rompere il sistema di competenze specifiche degli Enti e quindi l’organizzazione istituzionale dello Stato (vi immaginate una Provincia che si occupa di tratturi comunali, una regione che fa pagare i tributi comunali ecc).

2. Non osserveremmo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e del Comitato Tecnico Scientifico del Ministero della Salute che ritengono valido il test sierologico ai fini epidemiologici (per capire chi ha sviluppato anticorpi) NON SU SINGOLO CASO.

Il Ministero sta lavorando a un programma di test rapidi che dovrebbe essere utilizzato nella fase 2 dell’emergenza, per evitare di ricadere tra qualche mese nel precipizio.

Oggi riteniamo, invece, che il test debba essere fatto solo ed esclusivamente da parte del Servizio Sanitario Regionale, partendo ovviamente dai contatti stretti dei soggetti positivi al Covid, dai casi segnalati dai Medici territoriali (MMG e PLS), dalle categorie maggiormente esposte (operatori sanitari e sociali, ospiti delle residenze sanitarie e socio- sanitarie, forze dell’ordine, protezione civile, esercenti attività commerciali).

Stiamo lavorando quotidianamente in piena sinergia con l’UO Igiene e Sanità della Asl di Matera.

E stiamo lavorando in piena sinergia con i Medici di Irsina che possono comunicare all’Assessore Politiche Sociali Dott.ssa Arpaia, componente del Coc (Centro Operativo Comunale), eventuali segnalazioni fatte su casi sospetti.

Abbiamo già chiesto alla Regione di dare il via ad una campagna di tamponi nel territorio dei Comuni zona rossa.

Abbiamo disposto una ulteriore stretta in questa settimana di Pasqua perché riteniamo che sia la settimana decisiva e perché, se la situazione continuerà ad essere sotto controllo, potremo chiedere al Governatore Bardi la revoca dell’ordinanza ‘zona rossa’.

Stiamo facendo di tutto per trascinare la nostra città fuori da questo incubo e lo stiamo facendo con cognizione, competenza e prudenza perché i rischi sono alti e non si può e non si deve ingenerare nei cittadini dubbi o false illusioni.

FORZA IRSINA”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)