Nel materano il “Balcone delle Jonio” diventa un bellissimo giardino sensoriale! Ecco i dettagli progetto

Si svolge martedì 13 e mercoledì 14 settembre a Rotondella in pazza della Repubblica, l’evento “F.A.T.A. – Fuoco Aria Terra Acqua” ideato e organizzato dall’A.P.S. Le Vorie.

L’iniziativa rientra nei progetti del Bando Ultimo Miglio, del Gal Start 2020, Operazione 19.B.2.1.A. – Progetti Sostenibili Di Comunita’ – Linea Di Intervento 1. Finestra – Basilicata Psr14/20 in collaborazione con il Comune di Rotondella.

Un progetto culturale innovativo che unisce arte e natura per raccontare il variegato territorio di Rotondella.

Il suggestivo “Balcone delle Jonio”, da cui si può ammirare tutto il golfo di Taranto, verrà trasformato in un giardino sensoriale, dove tutti saranno protagonisti di un’esperienza sinestetica totalizzante.

I partecipanti potranno camminare su un percorso guidato dove ritrovare, a piedi nudi, un vero e proprio contatto con la Terra, inebriati da suoni e profumi legati alla natura.

La Presidente de Le Vorie, Rosanna Persiani, ha detto:

“Abbiamo coinvolto anche gli amici della UICI Basilicata e ringraziamo il Presidente Giuseppe Lanzillo dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della sezione provinciale di Matera, e Giovanna Ruggieri, vicepresidente Regionale UICI Basilicata.

Tornano in una nostra iniziativa culturale per condividere l’esperienza del giardino sensoriale.

Gli ospiti speciali della seconda giornata sono gli artisti della compagnia Girovaghi, che propongono uno show emozionante, con una coreografia aerea da togliere il fiato.

Noi dell’associazione Le Vorie abbiamo ben chiara la rotta delle iniziative che hanno un alto contenuto culturale e mirano ad essere sempre inclusive.

Tutti possono partecipare attivamente arricchendosi di nuove esperienze e condividendo il proprio bagaglio culturale ed emotivo.

Questa volta utilizzeremo i quattro elementi della natura per accendere i riflettori sul meraviglioso e variegato territorio di Rotondella, che spazia dalla collina al mare con un forte radicamento per le tradizioni, per scoprire noi stessi e il mondo che ci circonda attraverso la forma espressiva dell’arte, diventa accessibile a tutti.

Tale teoria affonda le radici nel VI secolo a.C. ad opera di Anassimete di Mileto, ed ha affascinato filosofi come Socrate, fino a permeare tutte le culture e le discipline”.

  • Mercoledì 13, alle 17:00, sarà aperto il giardino sensoriale, a seguire un talk dove chiunque potrà raccontare l’esperienza appena vissuta;
  • Giovedì 14, sarà la volta dello spettacolo dei Girovaghi inizierà alle 21:00″.

Di seguito la locandina con i dettagli dell’iniziativa.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)