Matera: “Stiamo lavorando a livello nazionale per una riforma delle Province” le parole…

Si è tenuta ieri, 20 Ottobre, nella sede della Provincia di Matera, l’assemblea regionale dell’Upi di Basilicata (Unione delle Provincie Italiane).

Nel corso dei lavori, introdotti dal presidente Piero Marrese, si è proceduto alla nomina del secondo vice presidente (il primo, il presidente della Provincia di Potenza Rocco Guarino, fu nominato nella seduta dello scorso 8 Febbraio), individuato in Marco Tucciariello.

L’assemblea ha effettuato anche la nomina del nuovo consiglio direttivo, che sarà composto dai consiglieri:

  • Silvio De Marco;
  • Francesco Mancini;
  • Ines Nesi;
  • Giuseppina Giovina Castaldo;
  • Leonardo Sabato;
  • Luigi Coiro;
  • Marco Evangelista.

Tesoriere è stato nominato Francesco Mancini, mentre i rappresentanti dell’Upi di Basilicata all’assemblea nazionale saranno Antonio Pace e Anna Maria Amenta.

Il presidente Marrese ha affermato:

“Stiamo lavorando a livello nazionale per una riforma delle Province.

Un dialogo già ben avviato con il precedente Governo, e che ora ha subito un rallentamento con l’avvento del nuovo Governo.

La prossima settimana sarò a Roma con altri presidenti di Province per riaprire questo confronto e cercare quantomeno di avere una maggiore attenzione ed una apertura al fine di reperire risorse finanziarie, in particolare per mettere in sicurezza le scuole, i ponti e le strade del nostro territorio.

Dobbiamo utilizzare al meglio i canali come l’Upi, per far pervenire proposte e suggerimenti al Governo finalizzati a dare ossigeno alle Province”.

Sulla stessa linea il vice presidente dell’Upi regionale e presidente della Provincia di Potenza Guarino:

“Con l’Upi abbiamo già tracciato la strada per restituire alle Province un ruolo forte, centrale e strategico.

L’Unione delle Province può e deve far sentire la sua voce in ambito nazionale su temi quali edilizia scolastica, viabilità e ambiente.

Le Province devono restare la casa dei comuni”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)