In Basilicata l’Amerigo Vespucci, la nave più bella del mondo

La nave scuola a vela Amerigo Vespucci è stata avvistata a largo di Maratea (PZ).

Considerata l’Unità più anziana in servizio nella Marina Militare interamente costruita e allestita presso il Regio Cantiere Navale di Castellamare di Stabia, impostato lo scafo il 12 maggio 1930, è stata varata il 22 febbraio 1931; madrina del varo è stata la signora Elena Cerio.

Consegnata alla Regia Marina il 26 maggio 1931, entrò in servizio come Nave Scuola il successivo 6 giugno, aggiungendosi alla gemella Cristoforo Colombo (in realtà leggermente più piccola), di tre anni più anziana, e costituendo con essa la “Divisione Navi Scuola” al comando dell’Ammiraglio Cavagnari.

Al rientro dalla prima Campagna di Istruzione, il 15 ottobre 1931 ricevette a Genova la Bandiera di Combattimento, offerta dal locale Gruppo UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia).

Il motto della nave è “Non chi comincia ma quel che persevera”, assegnato nel 1978; originariamente il motto era “Per la Patria e per il Re”, già appartenuto al precedente Amerigo Vespucci, sostituito una prima volta, dopo il secondo conflitto mondiale, con “Saldi nella furia dei venti e degli eventi”, infine con quello attuale.

Memorabile fu l’incontro nel Mediterraneo con la portaerei statunitense USS Independence, nel 1962, che lampeggiò con il segnalatore luminoso: «Chi siete?», a cui fu risposto: «Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana». La nave statunitense ribatté: «Siete la più bella nave del mondo».

Così, ieri, l’Amministrazione comunale ha salutato l’iniziativa:

“Oggi Maratea ha avuto l’onore di avere nelle sue acque il veliero nave scuola Amerigo Vespucci.

Quella che è considerata la nave più bella del mondo si è fermata davanti al Porto effettuando l’ammaina bandiera suonando l’inno nazionale e le emozionanti musiche del Maestro Ennio Morricone”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)