I suoi video spopolano in rete: a Policoro arriva il prof Vincenzo Schettini! Ecco i dettagli

È tanta l’attesa per l’incontro con il prof più amato del web, Vincenzo Schettini, che da qualche anno ha rivoluzionato la percezione della Fisica grazie a una nuova chiave comunicativa attraverso i suoi video che spopolano in rete.

L’appuntamento è alle 10:30 del 26 ottobre al PalaErcole di Policoro per la presentazione del libro “La fisica che ci piace”.

L’incontro è aperto agli studenti del Fermi e agli alunni delle classi terze della prima di secondo grado degli istituti comprensivi di Policoro.

Al centro uno stile nuovo e attraente di approccio alla disciplina.

“Che cos’hanno in comune un proiettile e le montagne russe?

Perché le fette biscottate cadono sempre dalla parte imburrata?

Com’è possibile che gli uccelli appoggiati sui cavi dell’alta tensione non prendano la scossa?”

Sono le domande, empiriche e quotidiane, con cui Schettini apre tante delle sue speciali “lezioni show”.

Si legge nell’introduzione al libro, edito da Mondadori:

“È sorprendente scoprire come la fisica spieghi ogni fenomeno che ci circonda, che si parli di energia, di forza o di elettromagnetismo.

Il fascino di questa materia è spesso eclissato dal timore di non riuscire a comprenderla”.

Ed è qui che entra in gioco il suo stile: con lui la fisica diventa magia.

Sono le sue spiegazioni, vivaci, divertenti, colorate ed efficaci, a rendere facile e comprensibile ogni concetto, soprattutto perché raccontano la fisica che c’è dietro le cose che vediamo e usiamo ogni giorno.

“Perché quando osserviamo una formica sollevare briciole che pesano 50 volte più di lei, non immaginiamo che è tutta una questione di forze.

Quando impostiamo il navigatore, non sappiamo che funziona così bene perché tiene conto della teoria della relatività”.

Questi e altri esempi simili saranno al centro della sua lezione-performance.

Il Dirigente Scolastico del Fermi, Giovanna Tarantino, annuncia l’incontro con soddisfazione:

Vincenzo Schettini è ormai noto su scala nazionale ed è un piacere averlo qui nel solco di un percorso di innovazione, anche comunicativa, dell’approccio alle discipline.

Quella di domani non vuole essere solo una giornata-evento, ma un vero e proprio solco di lavoro e di metodo nelle nostre pratiche innovative di insegnamento-apprendimento”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)