Guidati dalla Polizia, a Matera gli studenti si immergono in scenari virtuali per comprendere questi pericoli! Ecco le foto

Questa mattina gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Pitagora” di Policoro, insieme ad alcuni docenti, hanno partecipato al progetto dal titolo “Nei panni di Caino per capire e difendere le ragioni di Abele”, destinato a prevenire i comportamenti antisociali, espressi anche attraverso l’uso della realtà virtuale immersiva.

Il progetto del Dipartimento della Facoltà di Psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, in partenariato con la Polizia di Stato, si pone come obiettivo la formazione di un protocollo che valorizzi le diverse prospettive della vittima e dell’autore del reato, attraverso la proiezione, su visori 3D, di scenari e situazioni costruiti per indurre stati emozionali profondi.

Gli studenti, guidati da personale qualificato della Polizia Postale, attraverso l’utilizzo di dispositivi interattivi, si sono immersi in scenari virtuali che hanno riprodotto situazioni di illegalità, in particolare legate al fenomeno del cyberbullismo.

Ecco le foto.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)