Coronavirus: ecco gli interventi dei Consiglieri lucani

Dopo le comunicazioni degli assessori alla Sanità, Rocco Leone e dell’assessore alle infrastrutture, Donatella Merra l’intervento del consigliere Marcello Pittella (Pd) che ha richiesto la presenza del presidente Bardi in Consiglio regionale:

“per dibattere in maniera costruttiva un argomento di una dimensione straordinaria e inedita per l’Italia e la nostra regione.

Chiedo, pertanto, di aggiornare il Consiglio regionale a giovedì prossimo alle 15 o venerdì affinché l’Assise regionale possa indicare un percorso”.

Ha precisato Pittella:

“Una richiesta  tesa ad avere notizie dirette rispetto alla Conferenza con il Presidente del CdM e a conoscere le domande che il governatore Bardi ha rivolto al governo  nazionale.

Vogliamo offrire tutti insieme una dirittura comportamentale, senza polemiche, se avessimo collaborato coralmente prima di emanare l’ordinanza forse avremmo potuto fare meglio.

Il Consiglio può chiedere al presidente Bardi di essere presente in Assemblea a fronte di una criticità così importante?”.

Il consigliere Gianni Perrino (M5s) è intervenuto per sottolineare quanto sia importante in situazioni delicate come quella che si sta vivendo procedere:

“In maniera coordinata e chiara, con una comunicazione prudente e che coinvolga tutti gli attori interessati”.

L’esponente del Movimento 5 stelle ha giudicato il modello comunicativo utilizzato dall’ufficio stampa della Giunta regionale:

“Non funzionante perché poco chiaro con l’annuncio di un’ordinanza contenente, tra l’altro, indicazioni non precise riguardo ai soggetti destinatari e rispetto alla misura di quarantena.

Documento non confermato in un’intervista rilasciata dal presidente della Giunta regionale Bardi all’indomani e di cui non esiste più traccia sull’homepage della Regione Basilicata”.

Pur riconoscendo il momento critico in cui si è operato, Perrino auspica che:

“Chi ha sbagliato lo dica apertamente e che in futuro non si verifichino più errori simili”.

Il Consigliere Giovanni Vizziello (Fdi) nel sottolineare l’importanza di non scivolare nelle polemiche strumentali “che sicuramente i cittadini lucani non chiedono” ha affermato che:

“Se c’è qualcosa da rimproverare all’ordinanza di Bardi è l’eccesso di zelo dimostrato rispetto alla criticità del momento.

Ritengo che l’ordinanza sia stata corretta al fine di avere certezza ed efficacia rispetto ai provvedimenti che vengono intrapresi.

Questo virus è un nemico invisibile e sconosciuto e nessuno può ergersi ad esperto se è vero che anche gli scienziati ne parlano con cautela.

Tutto ciò che oggi viene messo in atto potrebbe essere rimodellato nei giorni successivi.

Il mio è un appello ad uno sforzo comune che abbia come unico obiettivo quello di dare risposte e tranquillizzare l’opinione pubblica spaventata”.

Il capogruppo di Italia Viva, Luca Braia, ha condiviso la richiesta del Consigliere Pittella sull’opportunità di una seduta consiliare alla presenza del presidente Bardi per un momento di riflessione collettivo.

Braia ha precisato:

“Tutto quello che è stato fatto sinora è stato fatto senza alcun livello di condivisione con questa Assise.

E’ importante che i lucani possano comprendere le questioni che in questi giorni si sono susseguite.

La confusione pervade i cittadini e si materializzerà soprattutto nelle prossime ore quando si riapriranno le scuole.

Noi, per spirito unitario, vogliamo offrire serenità alla collettività ma siamo destinatari di una serie di richieste a cui non abbiamo potuto dare le giuste risposte.

L’appello agli assessori e al Presidente Bardi affinché si possa recuperare un po’ di linearità di idee e di ordine.

Non è il momento di polemiche ma è opportuno costruire un percorso unitario”.

Ha detto il capogruppo della Lega, Tommaso Coviello:

“È un momento in cui il senso di responsabilità dovrebbe farla da padrone.

Non è solo la Regione Basilicata ad aver preso provvedimenti.

Lo hanno fatto anche altre Regioni in questo momento di emergenza.

Il Presidente Bardi ha appena finito una riunione e mi ha comunicato la sua disponibilità per un Consiglio regionale su questo tema da convocare per giovedì prossimo, così come richiesto da Pittella.

Il senso di responsabilità deve pervadere tutti i consiglieri regionali perché è un momento in cui bisogna essere di aiuto a chi è impegnato nell’emergenza”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)