Basilicata: in pericolo lo stipendio di questi 1000 lavoratori! Ecco che cosa sta succedendo

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Segretario generale Uil Trasporti Basilicata, Antonio Cefola:

“Nonostante più volte la Uil trasporti ha sollecitato di snellire la burocrazia per il pagamento dei corrispettivi alle aziende del TPL Lucano e garantire una corretta liquidazione dei stipendi agli oltre 1000 lavoratori del settore, continuiamo ad assistere a prese di posizioni che specie in questo delicato momento mettono a rischio il servizio di mobilità regionale.

La Provincia di Potenza scrive alla Regione e alle parti sociali che ‘il mero trasferimento finanziario Regione-Province-COTRAB, già palesemente irrituale rispetto al quadro normativo di riferimento – TUEL e D.L.vo n.118/2011- ed ai regolamenti interni delle Amministrazioni, non potrà più trovare ulteriore applicazione.

Pertanto, per le ragioni sin qui esposte ed in tale siffatto contesto, questa Provincia comunica l’impossibilità ad effettuare ulteriori pagamenti al COTRAB con le procedure sin qui utilizzate; pagamenti ai quali la Regione Basilicata potrà provvedere direttamente coerentemente con quanto già stabilito dall’art. 2 comma 2 dell’Intesa approvata con DGR n. 220/2021′.

La Regione risponde che ‘si rappresenta che nelle more della sottoscrizione della richiamata Intesa, il cui Schema è stato approvato con la D.G.R. 220/2021, e del relativo Contratto Ponte, che definisce le modalità di pagamento diretto del corrispettivo contrattuale da parte della Regione, coerentemente con le consuete modalità di erogazione degli importi sino ad ora utilizzate, a seguito delle sentenze n. 461 e n. 462 del TAR di Basilicata, pubblicate in data 15.07.2020.

Pertanto nell’interesse pubblico di garantire la sostenibilità del servizio di TPL extraurbano, preso atto anche del particolare momento di difficoltà finanziaria legata all’emergenza epidemiologica in corso, al fine di non determinare ritardi procedurali che potrebbero rappresentare ulteriori difficoltà per i lavoratori del settore, si chiede a Codesta Amm.ne Provinciale di provvedere al trasferimento delle somme al gestore dei servizi appena le stesse saranno della disponibilità del Bilancio Provinciale’.

Si continua ad assistere a un ‘gentile’ scambio di interpretazioni che grava esclusivamente sui lavoratori e utenza.

Non si è ancora dato corso alla firma di un accordo intervenuto tra Regione e Cotrab per gestire la proroga in attesa dell’espletamento della nuova gara di appalto nonostante è stato più volte sollecitato il Presidente Bardi e non riusciamo a capire quali sia la reale ostatività.

Chiediamo al Presidente Bardi, alla Provincia di Potenza e a Sua Eccellenza il Prefetto di convocare un immediato tavolo per chiarire definitivamente quali siano le responsabilità e quali interventi si intendono attuare.

Ricordiamo solo che i lavoratori del TPL hanno dato e continuano a dare, specie in questo periodo, tutta la loro disponibilità con alta professionalità e meritano di essere trattati con il massimo rispetto”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)