AL PLANETARIO DI ANZI ARRIVA UN FRAMMENTO DI LUNA DI INESTIMABILE VALORE: UN’OCCASIONE UNICA! ECCO TUTTI I DETTAGLI

Grazie all’Associazione Teerum Valgemon Aesai Onlus di Anzi (Potenza) presto la luna arriverà in Basilicata.

Tale associazione, costituita da un gruppo di giovani ambiziosi ed amanti del loro territorio, gestisce il Planetario Osservatorio Astronomico di Basilicata che si trova ad Anzi (PZ) ed ogni mese propone una serie di eventi interessati (per grandi e piccini) legati al mondo degli astri.

Per il mese di Giugno hanno deciso di stupire tutti portando la luna nella nostra regione.

Il 3 e 4 Giugno 2017 sarà una data storica per tutti i lucani perché, mediante il progetto “Flussi turistici”, l’Associazione mostrerà all’interno del Planetario, un campione lunare, un frammento di luna raccolto dagli astronauti nelle missioni Apollo.

L’iniziativa dal nome “TI PORTO LA LUNA 2017” sarà un’occasione unica per osservare questo pezzo di roccia dal valore inestimabile.

Come si legge in una nota diffusa dagli organizzatori:

“Le missioni Apollo portarono sulla Terra 382 chilogrammi di campioni lunari.

La roccia protagonista dell’evento di Anzi sarà un campione della missione Apollo 15 raccolto dall’astronauta James Irwin alla Stazione 8, adiacente al modulo del primo atterraggio lunare.

Il campione, con peso lunare di 109 grammi, è un frammento della roccia originale, che pesava 2.672 grammi una volta tornato sulla Terra.

La roccia è un basalto lunare di circa 3,3 miliardi di anni.

Questo pezzo di Luna è più antico del 98% di tutte le rocce presenti sulla superficie terrestre.

 La roccia è stata concessa in prestito dalla NASA a Luigi Pizzimenti, storico del Programma Apollo, accreditato presso il Lunar Sample Laboratory Facility (ente custode delle rocce lunari Apollo), presidente di ADAA, Associazione per la Divulgazione Astronomica e Astronautica, e autore del libro: “Progetto Apollo: Il sogno più grande dell’uomo”.

Il progetto può qualificarsi come efficace strumento di marketing territoriale per la promozione e la valorizzazione della cultura della Basilicata tutta e, soprattutto, un’occasione preziosa per il piccolo paese presepe e il suo planetario”.

Molti sono infatti i partner che hanno reso possibile l’arrivo della roccia lunare: la NASA, l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), l’ADAA (Associazione per la Divulgazione Astronomica e Astronautica), oltre all’Unione Astrofili Italiani (UAI), all’Associazione Astrofili Planetario Osservatorio di Anzi e al Centro Astronomico Neil Armstrong di Salerno.

Alla conferenza stampa di presentazione di questo grande evento (tenutasi oggi presso la sala 3 in Via Verrastro, sede del Consiglio Regionale della Basilicata) erano presenti il presidente del Consiglio regionale di Basilicata, Francesco Mollica, il sindaco di Anzi Piera Cilibrizzi e Antonio Marino, presidente dell’associazione Teerum Valgemon Aesai Onlus di Anzi, ente gestore del Planetario.

Per il sindaco Piera Cilibrizzi:

“Si tratta di un grande evento astronomico per promuovere il territorio lucano e in particolare il Planetario osservatorio astronomico di Basilicata.

Il progetto può qualificarsi come efficace strumento di marketing territoriale per la promozione e la valorizzazione della cultura dei nostri territori e pone in rilievo il valore di questa struttura, dal punto di vista scientifico e turistico, che merita attenzione al pari di altri attrattori regionali”.

Precisa Antonio Marino:

“Abbiamo avuto la possibilità di ospitare il frammento di luna, una roccia dal valore inestimabile non solo a livello turistico ma anche geologico. Per preservare la sicurezza della roccia, è stata custodita in una teca con un materiale particolare a prova di bomba”.

Ha infine affermato il presidente Francesco Mollica:

“Questo importante evento ha il patrocinio del Consiglio regionale di Basilicata perché crediamo nelle iniziative che puntano sullo sviluppo economico e culturale.

Eventi come questi fanno bene alla nostra regione e l’associazione che gestisce il Planetario di Anzi è diventato un punto di riferimento per scuole e per chiunque è affascinato dagli astri.

Si tratta di un attrattore turistico che va valorizzato e rilanciato proprio perché esistente da tempo e perché gestito da persone altamente professionalizzate”.

L’appuntamento con la luna necessita di prenotazione obbligatoria.

Se non volete lasciarvi sfuggire questa imperdibile occasione prenotate telefonicamente al seguente numero: 0971/1650633 oppure scrivete una mail a: planetarioanzi@gmail.com.

Di seguito riportiamo il programma dettagliato previsto il 3 e 4 Giugno 2017 e una foto scattata durante la conferenza stampa.

PROGRAMMA PLANETARIO

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)