Stellantis di Melfi, “siamo molto preoccupati: il salario dei lavoratori è ormai allo stremo”! L’appello

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di UILM BASILICATA:

“Dopo la pausa estiva era prevista la partenza produttiva per lo stabilimento di Melfi il giorno 29 agosto, ma purtroppo a causa di ritardi questo è avvenuto solo per due turni di lavoro.

È di ieri sera l’ulteriore comunicazione di Stellantis che prevede una ripartenza, non ancora confermata, graduale a partire dall’8 settembre, questo dovuto a problemi derivanti dai nuovi impianti sull’unità lastratura.

Sicuramente la messa in opera di nuovi investimenti, propedeutici alla produzione delle nuove vetture elettriche a partire dal 2024, è una cosa positiva ma nel contempo siamo molto preoccupati perché una fase cosi delicata, che ha visto per il 2022 pochissime giornate di lavoro legate alla carenza di semiconduttori, impone uno sforzo affinché la programmazione anche delle attività legate ai nuovi investimenti sia chiara perché il salario dei lavoratori ormai è allo stremo.

Auspichiamo che si faccia ogni sforzo possibile affinché si possa dare un minimo di giornate di lavoro ai lavoratori dell’area industriale di Melfi“.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)