Si è spento Benedetto XVI, il 265mo Papa della Chiesa cattolica. Ecco i dettagli

Si è spento stamattina all’età di 95 anni Benedetto XVI, 265mo Papa della Chiesa cattolica dal 19 aprile 2005 al 28 febbraio 2013.

Le sue condizioni si erano aggravate con l’avanzare dell’età.

Papa Francesco aveva invitato a pregare per lui e si era recato al monastero Mater Ecclesiae, dove Ratzinger viveva dal 2013, per salutarlo.

Ecco la dichiarazione del Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni:

“Con dolore vi comunico che il Papa emerito, Benedetto XVI, è deceduto oggi alle 9,34 nel Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano.

Ulteriori informazioni verranno fornite appena possibile”.

Per ora la Sala Stampa Vaticana ha fatto sapere che dalla mattina di lunedì 2 gennaio 2023 il corpo del Papa Emerito Benedetto XVI sarà nella Basilica di San Pietro in Vaticano per il saluto dei fedeli.

Protagonista della vita della Chiesa e della cultura europea, teologo, professore, arcivescovo di Monaco, prefetto della Dottrina della fede, papa e papa-emerito, Joseph Ratzinger, nono successore tedesco di Pietro, figlio di un poliziotto e di una cuoca, nacque a Marktl am Inn, il 16 aprile 1927.

Prete dal 29 giugno 1951, è stato docente a Frisinga, Bonn, Muenster, Tubinga e Ratisbona.

Nel 1977 Paolo VI lo ha nominato arcivescovo di Monaco e il 27 giugno lo ha creato cardinale.

Nel 1981 Giovanni Paolo II lo ha nominato prefetto della Congregazione per la dottrina della fede.

È stato inoltre presidente della commissione per la preparazione del Catechismo della Chiesa cattolica, vice decano e poi decano dei cardinali.

È stato eletto Papa il 19 aprile del 2005, al quarto scrutinio.

L’11 febbraio 2013 Benedetto XVI annunciò al mondo la sua decisione di ritirarsi e lasciare il papato.

La notizia divenne rapidamente breaking news in tutti i continenti.

“Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino” recitava il comunicato rilasciato da Papa Ratzinger.

“Vi ringrazio di vero cuore per tutto l’amore e il lavoro con cui avete portato con me il peso del mio ministero, e chiedo perdono per tutti i miei difetti”.

Benedetto XVI è stato l’ottavo Papa a rinunciare al soglio pontificio dopo Clemente I, Ponziano, Silverio, Benedetto IX, Gregorio VI, Celestino V e Gregorio XII.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)