Matera: Istituzioni in campo per rendere maggiormente fruibile questo meraviglioso luogo e creare enormi opportunità turistiche! I dettagli

Importanti novità per la Diga di San Giuliano, spesso, salita all’attenzione della cronaca per il degrado che interessa la zona.

Stiamo parlando di un lago artificiale circondato da un folto bosco che si estende su un’area di 1000 ettari compresa tra i territori di Matera, Miglionico (MT) e Grottole (MT).

Una zona che dal 2000, con una legge della Regione Basilicata, è diventata “riserva protetta” vista la presenza di numerose e in alcuni case rare specie animali.

Così il Presidente della Provincia, Piero Marrese:

“Inizio di giornata alle ore 8:00 di stamattina dalla Diga di San Giuliano insieme al Sindaco Bennardi e all’assessore all’ambiente Summa della città di Matera.

Abbiamo fatto un sopralluogo del Centro Visite dell’Oasi San Giuliano con l’impegno congiunto, come primo passo, di rendere maggiormente fruibile questo meraviglioso luogo e creare enormi opportunità turistiche.

Il secondo passo sarà quello di invitare l’assessore all’ambiente regionale per creare una maggiore sinergia Istituzionale.

L’unione fa la forza!”.

Dal canto suo il Sindaco di Matera dichiara:

“Unendo le forze e le idee questo luogo può diventare un’oasi turistica e naturalistica eccezionale, la sfida è quella di coniugare tutela ambientale, fruizione e gestione. Ci proveremo”.

Ecco alcune foto.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)