Matera, in provincia colture danneggiate per le piogge: la Regione si impegna a prestare assistenza e sostegno alle imprese. I dettagli

“Con il mio assessorato, con la Delibera n. 503 del 10.08.23, ho richiesto al Ministero per l’Agricoltura, la Sovranità Alimentare e le Foreste il riconoscimento del carattere di eccezionalità dell’evento delle piogge persistenti verificatesi nel periodo aprile – giugno 2023 nelle Province di Matera e di Potenza.

Inoltre, è stata richiesta la delimitazione delle aree danneggiate e l’individuazione delle provvidenze necessarie”.

E’ quanto fa sapere l’Assessore alle Politiche agricole, alimentari e forestali Alessandro Galella, che prosegue:

“L’iniziativa è stata avviata in seguito alle numerose segnalazioni pervenute da imprenditori agricoli tramite il portale SIARB, al fine di consentire l’accesso agli indennizzi di cui all’art. 5 comma 2 del d.lgs. 102/2004 per le aziende agricole che hanno subito danni alle produzioni assicurabili ma non assicurate.

L’Ufficio competente della Direzione Generale Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha condotto i necessari sopralluoghi ed accertamenti, evidenziando che l’intero territorio della regione Basilicata è stato colpito dalla calamità.

Le colture danneggiate sono:

-per la Provincia di Potenza
viticoltura, foraggere, leguminose, frumento, ortive primaverili, ciliegio, melo, pero, pesco e nettarine

-per la Provincia di Matera
viticoltura, foraggere, leguminose, frumento, ortive primaverili, albicocco, ciliegio e nettarine.

La Regione Basilicata si impegna, dunque, a prestare la massima assistenza e sostegno alle imprese agricole colpite da questa calamità naturale, al fine di favorire la ripresa delle attività e la tutela dei produttori locali.

L’obiettivo è garantire la continuità del settore agricolo e preservare le risorse economiche e i posti di lavoro legati all’agricoltura nella regione”.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)