IL LUCANO POZZOVIVO CONQUISTA IL GRAN PREMIO DELLA MONTAGNA ALLA PENULTIMA GARA DEL GIRO D’ITALIA

Giornata quasi perfetta quella di ieri per Domenico Pozzovivo che si è reso protagonista di una gara da incorniciare conquistando il Gran Premio della Montagna (GPM) Di Foza e mancando per un soffio il coronamento di un sogno: conquistare una tappa in questo Giro d’Italia della fortunatissima centesima edizione.

Vittoria strappata all’ultimo secondo da Pinot che nello sprint finale ha tagliato per primo il traguardo lasciandosi alle spalle campioni del calibro di Quintana, Nibali e dello stesso Pozzovivo.

La tappa di ieri, penultima del Giro, è partita da Pordenone e dopo diversi tratti pianeggianti si è snodata lungo le Prealpi Trevigiane nel cosiddetto Gpm Muro di Cà del Poggio.

La seconda parte del percorso è stata di gran lunga più interessante e complicata della prima con la salita del Monte Grappa lunga ben 24 km, discese lunghissime formate da diversi tornanti per arrivare infine all’ultimo Gpm del Centesimo Giro quello di Foza che nella giornata di ieri si è tinto dei colori italiani e soprattutto lucani.

La corsa è partita subito a velocità elevatissime con un gruppo di sei corridori formato da: Devenyns, Teuns, Pozzato, Slagter, Ladagnous e Belkov che si sono subito staccati dal gruppo della maglia rosa e hanno allungato moltissimo tenendo la testa della corsa per diversi chilometri.

Con l’arrivo alla salita del Monte Grappa si è iniziato a fare selezione: Pozzato e Belkov sono andati fuori giri non riuscendo a reggere il ritmo dei più esperti scalatori tra cui Quintana e Zakarin.

Giunti all’ultimo Gpm della giornata e di tutto il giro, quello di Foza, Nibali ha provato per ben due volte ad attaccare ma gli hanno tenuto testa Quintana, Pozzovivo, Pinot, e Zakarin e lo hanno ripreso.

Domenico Pozzovivo a questo punto tira fuori una tenacia incredibile e si aggiudica il Gpm.

A dieci km dal traguardo sembra sia lui l’uomo che arriverà per primo ad Asiago.

A questo punto inizia una battaglia fino all’ultimo metro tra Quintana, Nibali, Zakarin, Pozzovivo e Pinot, alla fine sarà quest’ultimo ad aggiudicarsi la tappa.

Finita la gara Quintana resta ancora in maglia rosa mentre il leader dell’AG2R taglia per quarto il traguardo portandosi nella classifica generale al sesto posto a meno di due minuti da Nairo Quintana.

Con la cronometro di oggi si tireranno le somme e si proclamerà il vincitore del giro più prestigioso, quello del centenario.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)