BUONE NOTIZIE PER I MALATI ONCOLOGICI! FINALMENTE ANCHE ALL’OSPEDALE DI MATERA SARA’ POSSIBILE…

Nel quadro del completamento della rete oncologica regionale la Giunta Regionale, presieduta dall’assessore alle Politiche della persona, Flavia Franconi, vicepresidente, ha approvato una delibera per la realizzazione di un sito di radioterapia completo di bunker ed acceleratore lineare presso il presidio ospedaliero Madonna delle Grazie di Matera.

Con il provvedimento approvato, in particolare, viene istituita la «Rete interaziendale di radioterapia oncologica della Regione Basilicata», basata sull’implementazione di un modello interaziendale integrato, teso a produrre omogeneità di gestione del paziente oncologico e a razionalizzare le risorse umane e tecnologiche.

La rete dovrà realizzare un sistema integrato ed omogeneo di definizione, valutazione e validazione della qualità dei percorsi terapeutici in oncologia e delle tecniche dei trattamenti radioterapici in tutta la regione, oltre che razionalizzare gli investimenti con vantaggi in termini di ritorno economico.

L’organizzazione della rete prevede l’I.R.C.C.S. C.R.O.B. di Rionero in Vulture con funzione di HUB e l’attivazione di centri satelliti (Spoke) presso il presidio ospedaliero San Carlo di Potenza e il Madonna delle Grazie di Matera.

Come ha affermato la Franconi:

“Si tratta di un traguardo molto importante. Il completamento della rete con l’attivazione degli spoke garantirà un’offerta di prestazioni di livello qualitativo molto elevato per i pazienti, evitando loro di allontanarsi molto dal proprio domicilio e risparmiando i disagi dovuti a trasporti ed attese in un territorio con una complessa orografia”.

L’importo complessivo per la messa in opera del progetto è di 3.750.000,00 euro, e in particolare è prevista la costruzione del bunker e del sistema di radioterapia per € 3.025.000,00 e per i restanti 725.000,00 euro è previsto l’acquisto di altre tecnologie connesse.

Davvero un grande passo in avanti che faciliterà l’iter delle cure a tantissimi pazienti di Matera e provincia.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)