Basilicata, attività balneari fino al 31 Dicembre: “Stiamo cercando soluzioni certe per salvaguardare il settore”. Queste le precisazioni

“Negli ultimi mesi e tutt’oggi si sono rincorse molte voci, alcune purtroppo poco edificanti nei confronti di chi, in realtà, sta cercando soluzioni certe per salvaguardare un intero settore e per pianificarne lo sviluppo.

Nell’ultima seduta della giunta ho proposto al presidente Bardi e ai colleghi dell’esecutivo un atto che finalmente fa chiarezza sul mantenimento delle strutture che sono funzionali alle attività ricettive legittimamente insistenti sui nostri litorali“.

Lo ha affermato, l’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra, in riferimento al provvedimento della giunta lucana che consente fino al 31 Dicembre prossimo “il mantenimento delle strutture funzionali alle attività balneari che operano in regime di concessione demaniale marittima”.

L’esponente della giunta lucana ha evidenziato:

“In passato tale possibilità era stata garantita da una legge regionale che assicurava la permanenza delle strutture provvisorie anche nel periodo invernale, in concomitanza e in conseguenza delle opportunità offerte da Matera Capitale della Cultura per l’anno 2019.

Purtroppo le riproposizioni della norma sono state nel 2020 oggetto di impugnativa da parte degli organi statali.

Con il provvedimento emanato, quindi, assicuriamo agli operatori del settore il mantenimento delle strutture funzionali fino al cessare dello stato di emergenza.

Il nostro deliberato va nella direzione della massima tutela di un intero comparto, fondamentale per lo sviluppo e per la valorizzazione ai fini turistici delle nostre coste.

È ovvio che è oggi necessario intervenire con un Piano strategico per garantire alle aziende che operano nel settore turistico e balneare un futuro e la possibilità di una vera e proficua crescita.

A tal fine è stato istituito un gruppo di lavoro per mettere mano alla normativa regionale, alla pianificazione di settore e ovviamente alla complessa materia delle estensioni.

La task force, formalmente costituita ad agosto con professionisti interni al Dipartimento regionale e con il coordinamento tecnico dell’architetto Franco Chiarella supporterà gli uffici nelle attività propedeutiche al chiaro obiettivo di garantire agli operatori del settore certezze di operatività e sviluppo futuro.

Nella prossima settimana si terrà la prima convocazione congiunta fra task force e ufficio competente.

Gli operatori del settore sanno bene che è prioritario il raggiungimento dell’obiettivo comune e che mi sono assunta la responsabilità insieme a tutta la giunta regionale per la risoluzione di un problema storico: l‘estensione al 2033 delle concessioni su cui mi sono spesa sin dall’inizio del mandato.

Mi spiace dover ammettere e sono pronta a comprovare che l’unico atto prodotto nel 2020 finalizzato alla proroga delle concessioni è una circolare/lettera di indirizzo a mia firma, rivolta alla direzione generale e agli uffici competenti.

In seduta pubblica della terza commissione nel giugno 2021, l’Ufficio preposto, interrogato dai commissari ha riferito anche su questo punto, tanto per rispondere alle ultime illazioni sulla questione.

Il lavoro degli uffici è sempre prezioso e va valorizzato, ma la prerogativa della politica è un’azione strutturata e legittima che dia risposte alle esigenze del territorio in modo immediato.

In un panorama nazionale complesso e incerto sulla regolamentazione di questo settore, il nostro impegno è totale“.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)