Autovelox sulla Basentana: “Tantissimi automobilisti sanzionati. I Giudici di Pace cominciano ad accogliere i ricorsi”. I dettagli

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dell’Adoc (Associazione Difesa e Orientamento Consumatori) Basilicata:

“Quella che da molti potentini e non viene definita «vera e propria tassa occulta», perché «è vergognoso mettere un autovelox con limiti di 70 km/h su una strada a 4 corsie» sembra che si possa impugnare, con molte ragioni di successo, davanti ai Giudici di Pace Potentini.

Tantissimi sono gli automobilisti sanzionati sul tratto della strada sula SS 407 Basentana all’ingresso di Potenza.

Sembrerebbe che i verbali emessi o da emettere da parte dell’Amministrazione Comunale e per questa dal Comando di Polizia Locale siano oltre settantamila dall’inizio di agosto 2022 alla fine del 2022 che potrebbero far “incassare” al Comune importi per svariati milioni di euro.

Ma a fronte di questo salasso gli automobilisti potranno rivolgersi alla competente magistratura potentina per far annullare i verbali di contestazione.

Difatti i Giudici di Pace cominciano ad accogliere i ricorsi degli automobilisti che si costituiscono.

Alcuni automobilisti si sono visti notificare più sanzioni, specie coloro che circolano su questo tratto di strada per lavoro o per necessità recandosi o presso gli uffici allocati in città o alla sede universitaria o per ricevere cure presso l’ospedale regionale.

Alcuni di questi sono stati sanzionati, a loro parere, ingiustamente e per questo si sono rivolti all’Adoc di Basilicata.

L’Associazione dei consumatori, attraverso il proprio Ufficio legale, ha impugnato le sanzioni riuscendo a far  accogliere i ricorsi proposti dagli automobilisti.

I giudici difatti stanno ravvisando alcune irregolarità nell’apparecchiatura adibita al controllo.

Infatti i giudici hanno evidenziato come le Amministrazioni chiamate in causa non hanno dimostrato, per esempio, la corretta omologazione delle strumentazione utilizzata.

Per queste ragioni i Giudici hanno accolto i ricorsi dei ricorrenti annullando le sanzioni.

Ricordiamo che la procedura di impugnativa ha dei costi e quindi i sanzionati devono valutare se l’impugnativa è conveniente o meno.

L’Adoc, attraverso il proprio ufficio legale, è a disposizioni di quegli automobilisti che ritengono di essere stati multati ingiustamente.

L’Ufficio legale è contattabile telefonando allo 097146393 o a mezzo mail a : info@adocbasilicata.org”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)