A Matera una bellissima biblioteca per ricordare la piccola Maria Cristina, scomparsa a soli 9 anni. Ecco le foto

È stato inaugurato stamattina lo spazio “Il giardino segreto di Maria Cristina”, la biblioteca della scuola primaria “Aldo Moro”, intitolata alla alunna Istituto Comprensivo Pascoli Matera Maria Cristina Silletti, scomparsa nel 2017 a 9 anni, quando frequentava la quinta elementare proprio nel plesso di via Lazazzera.

All’inaugurazione presenziavano Antonio Silletti e Imma Lopez, genitori della nostra carissima alunna, e il DS Michele Ventrelli.

La cerimonia inaugurale è stata particolarmente emozionante, ma anche gioiosa, perché la biblioteca – che è tutta nei toni del lilla, il colore che Maria Cristina amava di più – si è potuta realizzare grazie alla generosità e al grande cuore della famiglia Silletti, che ha donato centinaia di libri per bambini e ragazzi, più le librerie del locale.

Va sottolineato che il dono della mamma e del papà di Maria Cristina, che si sono avvalsi della collaborazione dell’associazione “GianFranco Lupo”, è stato impreziosito dal supporto di tante persone, che a vario titolo hanno partecipato alla creazione del “Giardino segreto di Maria Cristina”, donando oggetti d’arredo o lavorando per renderlo confortevole e bello.

Così la Scuola al termine dell’evento:

“Ringraziamo le autorità che stamattina sono state nostre ospiti – tra gli altri, il questore Emma Ivagnes, il dirigente dell’USR Rosaria Cancelliere, il sindaco Domenico Bennardi –.

Toccante il momento dell’apertura della biblioteca: dopo la benedizione del parroco del quartiere, don Domenico Monaciello, la signora Imma, mamma di Maria Cristina, emozionata, ha tagliato il nastro rosso.

E la nostra piccola oggi era con noi.

Vi lasciamo con una lettera che ci ha particolarmente emozionati.

L’ha scritta la maestra Maria Caserta, immaginando che la dolce Maria Cristina oggi ci stia guardando da lassù e ci stia dicendo che cosa pensa di questa bella festa.

‘Che sogno strano che ho fatto stanotte, nel mio lettino su cui un carillon, tutte le sere, mi intona la dolce e melodiosa buonanotte, prima di addormentarmi.

Un sogno strano, ma bellissimo…ho sognato la mia cara scuola primaria ‘Lazazzera’, in cui tanti bambini con le loro insegnanti festeggiavano un evento importante: l’inaugurazione della loro biblioteca.

Mi sono emozionata, perché a me, sapete, piace tanto leggere e perdermi in un libro, proprio come un topino di biblioteca.

Ad un tratto ho sentito bussare alla porta, sono scesa dal letto e sono andata ad aprire.

Erano tutte le mie amiche stelle, vestite con abiti eleganti, come se fossero pronte per andare ad una festa.

Esultavano, gioivano per me, ma ancora non capivo, finché la più piccina mi ha detto: ‘Dai, sbrigati! È ora di vestirti: vieni con noi!’.

Mi sono preparata e sono uscita: quando siamo giunte nel punto più strategico, ho potuto vedere da lassù proprio l’inaugurazione della biblioteca, che si stava celebrando nella mia scuola primaria.

Un tumulto di emozioni ha colmato di gioia la mia anima, soprattutto quando mi sono resa conto che le avevano dato il nome di ‘Il giardino segreto di Maria Cristina’.

Che sorpresa!!

Sapete, Maria Cristina è il mio nome e ‘Il giardino segreto’ è il libro che stavo leggendo prima di arrivare quassù.

In quel momento, tutte le mie amiche stelle, emozionate e contente per la gioia che stavo provando, mi hanno presa per mano e insieme abbiamo fatto un gran bel girotondo”.

Ecco le foto.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)