UN LUCANO CANDIDATO AL PREMIO NOBEL PER LA PACE 2018! COMPLIMENTI

Un giornalista della provincia di Potenza candidato al Premio Nobel per la Pace.

Mairead Maguire, che nel 1976 vinse Premo Nobel per la Pace, oggi chiede che al lucano Enzo Cursio venga attribuito lo stesso riconoscimento e, proprio a questo scopo, ha diffuso in questi giorni da Belfast un comunicato stampa con l’annuncio della sua candidatura.

Il Nobel per la Pace prevede una procedura precisa che, in linea di massima, si può riassumere in tre passaggi decisivi:

  • formulazione delle candidature da parte dei Premi Nobel in carica e da altre rilevanti personalità;
  • Le candidature vengono sottoposte al Comitato Norvegese per i Nobel entro il 1 febbraio di ogni anno;
  • Assegnazione del premio a Oslo, il 10 Dicembre.

Mairead Maguire motiva così la sua scelta:

“Nomino Mr. Enzo Cursio per il Premio Nobel per la Pace perché sono sicura che questa candidatura sia in linea con i criteri e gli intenti individuati da Alfred Nobel quando istituì il suo premio per i Campioni della Pace, un titolo che io sono convinta possa essere pienamente meritato da Enzo Cursio”.

Non stupisce che il giornalista, originario di Viggiano (PZ), sia in corsa per entrare nella storia, dato il suo enorme lavoro nell’ambito dei diritti umani, come dimostra il suo sterminato curriculum:

  • lavora presso la FAO delle Nazioni Unite come coordinatore dell’Alleanza dei Premi Nobel per la Pace per la Sicurezza alimentare e la Pace;
  • è un attivista riconosciuto il tutto il mondo, ha infatti organizzato oltre 30 Conferenze Internazionali volte a costruire un dialogo tra Stai, Istituzioni Nazionali e Società Civile;
  • è l’Amministratore della Fondazione per rifugiati e richiedenti asilo “Città della Pace per i Bambini” di Basilicata e collabora da oltre venti anni con il Premio Nobel per la Pace Betty Williams che la presiede;
  • grazie all’incoraggiamento del Presidente Mikhail Gorbachev, ha contribuito a promuovere ed organizzare il World Summit of Nobel Peace Laureates, ha rafforzato la cooperazione ed ha costruito attività che hanno coinvolto i Premi Nobel per la Pace ed alcune tra le più rilevanti personalità del nostro tempo come Capi di Stato, difensori dei Diritti Umani, dirigenti delle Istituzioni Internazionali e attivisti;
  • nel dicembre 2017 ha promosso ed ha contribuito, con il supporto di Papa Francesco, ad organizzare il Symposium sul Disarmo Nucleare che, per la prima volta, ha coinvolto in una conferenza i responsabili delle Nazioni Unite, i Premi Nobel per la Pace, leaders religiosi ed i rappresentanti della società civile particolarmente coinvolti per la conclusione della guerra, per il disarmo nucleare, per la fine della corsa agli armamenti e per la demilitarizzazione.

Il Presidente Marcello Pittella, fiero di questa nomina, commenta:

“Questa candidatura evidenzia la qualità umana di un lucano in un contesto internazionale ed è anche un incoraggiamento a proseguire nell’azione costante a favore della Pace e dell’accoglienza dei rifugiati che la Regione Basilicata svolge ormai da molti anni partecipando alla Fondazione Città della Pace”.

La Basilicata ha l’onore di aver dato i natali ad un uomo di grande spessore come Enzo Cursio, dotato di una forte intelligenza emotiva e convintamente fiducioso nel genere umano, come una delle sue più celebri affermazioni ci dimostra:

“Un mondo pacifico è possibile solo se abbiamo fede e se agiamo in modo altruistico ed instancabile per ottenere questo risultato”.

Questa notizia riempie di gioia i cuori di tanti lucani, siamo orgogliosi di questa incredibile candidatura.

Forza Enzo facciamo il tifo per te.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)