Papa Francesco a Matera: 1200 transenne, 250 volontari, 36 mezzi, 50 agenti di Polizia Locale, 500 cartelli di segnaletica e molto altro! Il bilancio

E’ un bilancio del tutto positivo quello della mobilità urbana durante la visita del Santo Padre nella città dei Sassi a conclusione del XXVII Congresso Eucaristico nazionale “Torniamo al gusto del pane. Per una chiesa Eucaristica e Sinodale”.

Quattro chilometri di chiusura al traffico veicolare, 1200 transenne, 250 volontari di protezione civile con 36 mezzi oltre agli scout, circa 50 agenti di polizia locale, 18 new jersey, circa 500 cartelli di segnaletica mobile, 4 motocicli e 15 autovetture della polizia locale.

Sono questi i numeri di una giornata ricca di avvenimenti che ha caratterizzato la domenica cittadina coordinati abilmente dalla centrale operativa di via Aldo Moro congiuntamente con il COC (Centro operativo comunale di protezione civile) e l’ufficio regionale di Protezione Civile.

Un imponente dispositivo che ha iniziato ad operare già dal giorno precedente e in maniera ininterrotta per garantire l’assenza di ostacoli durante il percorso della Papa Mobile e l’esecuzione delle operazioni di bonifica, contemperando le esigenze dei cittadini residenti nelle aree interessate.

Domenica, già dalle ore 6.00 del mattino, è stata attivata nella questura di Matera la Sala Regia, per il coordinamento dei servizi, mentre alle ore 4.30 si sono riuniti, presso la sede comunale di Via Lazazzera i gruppi operativi della protezione civile.

L’attività si è svolta, lungo tutto il percorso della Papa mobile e in un vasto perimetro della zona di interesse.

Un evento importante, di quelli che coinvolgono l’organizzazione complessa di un’intera città; la visita del Papa ha rappresentato un bel banco di prova generale che ha confermato ancora una volta la capacità per Matera di ospitare eventi di rilevante impatto locale.

Non si sono segnalati particolari disagi, anche grazie al lavoro di tutti i soggetti impegnati nella gestione dell’evento, alla collaborazione dell’utenza, che ha dimostrato ancora una volta, un elevato grado di maturità e comprensione.

Tutti hanno contribuito nel fornire informazioni ai fedeli che necessitavano di un aiuto per orientarsi.

Da non sottovalutare la concomitanza delle votazioni politiche che grazie ad un attento lavoro di pianificazione si sono svolte regolarmente anche negli istituti scolastici più vicini alla “zona rossa”.

Un grande lavoro quello messo in campo dagli agenti della Polizia locale, che hanno gestito il traffico operando proficuamente in un serio lavoro di squadra al fianco di Prefettura, Comune, Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, e 118, affinché tutto potesse svolgersi nel migliore dei modi.

Ha sottolineato anche il Sindaco Bennardi:

“Desidero esprimere tutto il mio ringraziamento e apprezzamento per l’impegno profuso da tutti, che ha consentito il sereno svolgimento della visita del Santo Padre, accolto in città da oltre 20.000 persone delle quali circa 13.000 nello stadio XXI Settembre afferma Michelangelo Ferrara assessore alla mobilità urbana.

Ancora una volta ho potuto constatare una grande professionalità e spirito di abnegazione al lavoro che puntualmente è espressa in ogni circostanza di rilievo.

Un sentito ringraziamento a tutti coloro i quali hanno lavorato a questo impegnativo evento, al nostro Vescovo Don Pino Caiazzo, a tutte le forze dell’ordine a tutti i volontari, alla protezione civile comunale e alla polizia locale operativa dalla notte del 24 settembre senza interruzione, a tutti i dipendenti comunali, a tutti i sacerdoti della diocesi Matera Irsina, all’ottimo coro citato anche dal Cardinale, ai tanti cittadini che hanno partecipato con devozione e grande calore alla messa”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)