È ufficiale il Reddito di Cittadinanza agli immigrati. Partito Democratico – Movimento 5 Stelle: ecco i dettagli del decreto. Circa 5000 euro a testa per…

È in arrivo la cifra di circa 5000 euro a testa per gli immigrati extracomunitari aventi diritto che hanno chiesto il reddito di cittadinanza.

Ora è ufficiale con la circolare già reperibile sul sito dell’Inps del 3 Dicembre 2019.

Il testo conferma quindi quanto già disposto il 21 Ottobre 2019 dal decreto del governo Partito Democratico – Movimento 5 Stelle e definisce l’ambito di applicazione della norma in merito ai documenti da produrre per ottenere il Reddito di Cittadinanza.

Infatti l’INPS conferma che per le istanze prodotte a partire da Aprile 2019 dai cittadini non comunitari e non presenti nell’elenco sarà disposto immediatamente il rilascio della tessera del Reddito di Cittadinanza.

Insieme al rilascio della card verrà già predisposto anche il primo pagamento inerente il mese di sussidio spettante.

L’INPS poi darà disposizione a Poste Italiane di procedere con le ricariche della card inerenti anche le mensilità arretrate spettanti a ciascun beneficiario (dopo aver verificato la permanenza dei requisiti necessari per rientrare tra i beneficiari e in base alla data di presentazione).

Siccome le richieste sono iniziate ad Aprile 2019 (e verranno quindi distribuiti gli arretrati) calcolando 780 euro al mese ogni extracomunitario avente diritto riceverà circa 5000 euro dall’INPS.

I richiedenti che invece sono obbligati a presentare la documentazione completa sono quelli provenienti dalle seguenti nazioni:

  • Bhutan, Corea, Figi, Hong Kong, Giappone, Islanda, Kosovo, Kirghizistan, Kuwait, Malaysia, Nuova Zelanda, Qatar, Ruanda, Repubblica di San Marino, Santa Lucia, Singapore, Taiwan, Tonga, Svizzera.

Quindi gli immigrati dell’Africa sono esentati dalla presentazione della documentazione (ad eccezione dei cittadini del Ruanda).

Situazione similare anche per gli immigrati dall’Asia in quanto saranno costretti a produrre documentazione solo:

  • malesi, coreani, giapponesi e cittadini di Singapore, Hong Kong e Taiwan.

Cosa ne pensate?a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)