Basilicata, “Tamponi e screening diffusi per contenere il contagio da Coronavirus”: questo l’intento…

Così i consiglieri Bellettieri, Piro e Acito del gruppo di Forza Italia:

“Tamponi e screening diffusi per contenere il contagio da Coronavirus.

Questo l’intento e la politica messa in campo da giorni e rivolta in queste ore alle categorie vulnerabili e agli operatori della sanità. Nel rispetto dei criteri di priorità nell’effettuazione dei test diagnostici, individuati dalla circolare del Ministero della Salute del 3 aprile 2020, è iniziata una operazione di tamponi a tappeto nelle residenze per anziani e nei centri per disabili presenti sul territorio lucano.

La macchina organizzativa sanitaria si sta muovendo con tutte le forze in molteplici direzioni per consentire di velocizzare e aumentare le analisi di laboratorio per l’individuazione e l’isolamento del maggior numero possibile di casi eventualmente positivi in luoghi cruciali e dirimenti per la salute dei cittadini.

In particolare questa mattina è stato effettuato lo screening con i tamponi presso le case di riposo di Genzano e di Noepoli, e da questo pomeriggio centro di interesse sarà il Don Uva di Potenza.

Ancora altri tamponi, nel numero di 150 sono stati effettuati già presso il nosocomio di Policoro e continueranno nella giornata odierna.

Riservata attenzione come sempre al centro nevralgico della sanità lucana, e riferimento per la città capoluogo e non solo, l’ospedale San Carlo di Potenza, presso il quale i 175 test rapidi rivolti al personale sanitario hanno dato esito negativo nel numero di 168, cui seguirà una ripetizione su 7 il cui esito necessita un’ulteriore verifica.

Al fine di strutturare una risposta adeguata all’evoluzione delle condizioni, specificatamente nell’orizzonte temporale dei prossimi 30 giorni si sta strutturando un sistema di rilevazione sempre più capillare e attendibile e contemporaneamente sono stati richiesti ulteriori 30.000 tamponi e altrettanti kit, con i reagenti per processarli.

La raccolta di dati che questo screening capillare consentirà di ottenere, sarà successivamente utilizzata a fini di ricerca e condivisione di informazioni, contribuendo a dare indicazioni ed evidenze alla comunità scientifica nazionale ed internazionale”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)