Basilicata, Coronavirus: “tranquillizzare la cittadinanza che ha il dovere di essere informata correttamente su tutte le misure preventive da adottare”

“Colleghi Consiglieri, Assessori, quanti ci seguono qui oggi in aula e chi in diretta da casa, in considerazione della rapida evoluzione epidemiologica della diffusione del COVID-19, conosciuto come Coronavirus, dichiarato dall’Organizzazione mondiale della sanità un’emergenza pubblica di rilevanza internazionale, ho ritenuto opportuno, in accordo con il Presidente Bardi oggi impegnato in un importante tavolo al quale seguiranno nuovi risvolti di pubblica sicurezza, l’Assessore alla sanità Leone e l’Assessore Merra a capo degli uffici della Protezione Civile, che la massima Assise oggi debba affrontare in apertura della seduta questo importante tema.

Il motivo dell’iniziativa è di permettere alla Giunta e agli Assessori quanto già previsto dall’articolo 52 del Regolamento avente ad oggetto “Comunicazione della Giunta al Consiglio”, ovvero, di rendere edotta l’intera Assise di quanto convenuto nei diversi tavoli e nei vertici svolti nei giorni scorsi”.

Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale, Carmine Cicala, in apertura dei lavori consiliari odierni dopo aver sottolineato la:

“straordinarietà del momento e la difficoltà di prendere decisioni delicate e difficili che vanno necessariamente ponderate.

Il senso della comunicazione promossa da più consiglieri, ha lo scopo di tranquillizzare la cittadinanza che ha il dovere di essere informata correttamente su tutte le misure preventive da adottare.

Ad oggi infatti, in Basilicata non ci sono casi di contagio, è dunque necessario mantenere lontani pericolosi allarmismi, troppo spesso fomentati da fake news, da un uso improprio dei social e da certi mass media che irresponsabilmente creano psicosi infondate.

L’importanza centrale delle istituzioni è di fornire risposte idonee e soluzioni efficaci in merito alle misure di prevenzione collettiva e di sanità pubblica.

L’evolversi della situazione epidemiologica, particolarmente diffusiva, e dell’incremento di casi nel territorio nazionale, ha fatto sì che fosse varato dal Consiglio dei Ministri un decreto legge lo scorso 22 febbraio, con le misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza da Coronavirus.

A soli tre giorni da tali disposizioni sono stati convocati vertici prefettizi, tavoli regionali e nazionali che sottolineano un lavoro costante e incessante delle istituzioni lucane, per fornire le migliori soluzioni preventive.

Un percorso in itinere che ad oggi non necessita dibattito, in quanto nelle prossime ore e nei prossimi giorni saranno date ulteriori indicazioni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, dal Ministero della Salute e dall’Esecutivo lucano.

Pertanto, invito il Consiglio regionale della Basilicata a lavorare in squadra, tutti in un’unica direzione, in modo condiviso e collaborativo, per non creare confusione con inutili polemiche e fornire in modo lucido e attento, risposte a beneficio della comunità lucana.

Concludo ringraziando medici, infermieri, il personale sanitario, della protezione civile, le forze dell’ordine e tutti coloro che si stanno impegnando per fronteggiare questa emergenza sanitaria. In tal senso, a nome dell’intera Assise regionale della Basilicata, esprimo solidarietà ai cittadini italiani e ai lucani che vivono nelle zone rosse più colpite.

Il mio auspicio è che al più presto, grazie alla collaborazione responsabile di tutti, si arrivi ad un risvolto positivo di contenimento del virus.

Ognuno di noi è chiamato al buon senso, seguendo tutte le misure ministeriali di prevenzione.

Restando uniti, l’Italia ne uscirà ancora più forte”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)