La tratta ferroviaria Ferrandina – Matera completa entro il 2026! Ecco il programma dei lavori

L’amministrazione del comune di Matera annuncia una delle novità illustrate dalla commissaria Vera Fiorani.

Ecco nei dettagli:

Presumibilmente a Dicembre, dopo il rilascio della Valutazione di Impatto ambientale da parte del ministero della Transizione ecologica, Vera Fiorani, commissaria straordinaria di alcune opere di rilevanza nazionale e amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) sarà nuovamente in Basilicata per firmare, insieme al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, il progetto definitivo per il completamento della tratta ferroviaria Ferrandina (MT) – Matera.

È una delle novità emerse nel corso di un incontro, svoltosi questo pomeriggio nel Palazzo della Regione di Matera, presieduto dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra, e a cui hanno partecipato il sindaco di Matera, Domenico Bennardi, l’assessore comunale all’Urbanistica, Rossella Nicoletti, funzionari di Rfi e Italfer.

Tra i partecipanti alla riunione, di carattere prettamente operativo, anche i dirigenti degli uffici Trasporti e Infrastrutture della Regione, Donato Arcieri e Giovanni Di Bello e il responsabile investimenti Area Sud di Rfi, Roberto Pagone.

Nel corso dell’incontro è stato ricordato che l’investimento complessivo è di 365 Milioni di euro di cui 50 milioni già disponibili grazie al Pnrr per un tracciato lungo circa 20 chilometri lungo il quale si snodano la galleria denominata ‘Miglionico’ e 12 viadotti.

Ad oggi si stanno concludendo gli iter autorizzativi presso tutti gli enti e le istituzioni coinvolte.

Dopo la firma congiunta Regione Basilicata e Commissaria si procederà alla gara di appalto per il progetto esecutivo che dovrebbe avvenire entro l’estate del prossimo anno.

L’opera dovrebbe entrare funzionante nel 2026.

La Commissaria Fiorani ha anche annunciato che Rfi sta iniziando a ragionare intorno ai collegamenti fra la Stazione Ferroviaria di La Martella e Matera città anche con soluzioni molto moderne ed innovative.

Queste ipotesi verranno presentate al Comune e alla Regione nelle prossime settimane”.

Afferma l’assessore Merra:

“Oggi è un’altra tappa importantissima con l’annuncio da parte della commissaria Fiorani della firma a Dicembre del progetto definitivo.

Nella riunione odierna siamo scesi un po’ più nel dettaglio degli interventi come, solo per fare un esempio, il controguscio che sarà realizzato nella galleria Miglionico (MT) per aumentare la sicurezza.

Sono molto soddisfatta perché si tratta di impegni molto concreti.

Rfi sta seguendo la Basilicata con grande attenzione tanto che sta già ragionando intorno a tre ipotesi per collegare Matera alla dorsale adriatica.

Ma oggi per noi è stato fondamentale mettere un punto fermo sul progetto della Ferrandina (MT) – Matera perché per troppo tempo si sono spese tante parole e tanti soldi senza portare a nulla.

Oggi invece possiamo dire con assoluta certezza che la Matera La Martella – Ferrandina (MT) comincia a essere realtà grazie anche al prezioso lavoro della struttura commissariale, grazie a un grande alleato come a Rfi e all’impegno della Regione Basilicata.

Insieme cambieremo il volto di questa regione“.

Rete ferrovie italiane scrive in proposito dell’incontro avvenuto con Fiorani:

“L’AD Fiorani incontra le istituzioni per fare il punto sulla nuova linea Ferrandina-Matera La Martella Promessa mantenuta.

La Commissaria straordinaria di Governo per la nuova linea ferroviaria Ferrandina (MT)-Matera La Martella, Vera Fiorani, Amministratrice Delegata di RFI, è tornata in Basilicata, a Matera, dopo il confronto dello scorso Luglio a Potenza con l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Donatella Merra.

È iniziato proprio con il saluto e i ringraziamenti dell’assessore regionale l’incontro di questo pomeriggio, al quale ha partecipato anche il sindaco di Matera, Domenico Bernardi.

Il proficuo confronto, voluto dalla commissaria Fiorani, è servito a illustrare, con il supporto degli ingegneri di Italferr, tutte le caratteristiche dell’opera, inclusa tra quelle finanziate dal PNRR e attesa da anni dal capoluogo lucano.

Particolare attenzione è stata dedicata alla condivisione del cronoprogramma dell’opera e dell’iter autorizzativo, oltre che alle osservazioni provenienti dagli Enti e dalle Amministrazioni locali, sopratutto per quanto riguarda la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), in capo al Ministero della Transizione Ecologica.

Un parere atteso entro il prossimo 4 Dicembre, anche se l’opera potrebbe beneficiare di tempi più celeri vista la sua natura di opera commissariata e inclusa nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Fatte salve eventuali prescrizioni della commissione VIA, una volta predisposta la delibera regionale, che definisce la localizzazione del tracciato, all’inizio del prossimo anno potrà essere avviato l’iter negoziale, con il lancio del bando di gara per un appalto a lotto unico e integrato.

Questa tipologia di appalto vede affidata al vincitore della gara anche la progettazione esecutiva dell’opera, comportando un ulteriore riduzione dei tempi realizzativi.

Al centro dell’incontro anche gli studi in corso da parte di RFI per individuare le soluzioni migliori e più efficaci per proseguire da Ferrandina (MT) verso la Puglia e la Dorsale adriatica, per raggiungere Matera in modo sostenibile e sicuro, con collegamenti strategici sia per le persone che per le merci”.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)