Conto alla rovescia per l’estrazione della Lotteria Italia: Basilicata tra le regioni dove la fortuna si è tentata di meno. Ecco tutti i dati

È partito il conto alla rovescia in vista dell’estrazione di oggi della Lotteria Italia.

Infatti, anche quest’anno la Befana coincide con l’appuntamento con la fortuna.

Come da tradizione, stasera è in programma l’estrazione finale dei biglietti vincenti della Lotteria Italia 2023.

Sono il Lazio, la Lombardia e la Campania le tre regioni che hanno fatto registrare il maggior numero di biglietti venduti per la Lotteria Italia.

Lo rende noto l’agenzia delle Dogane e dei Monopoli- ADM.

I biglietti venduti nel Lazio sono stati 1.118.190, in diminuzione rispetto ai 1.178.820 della scorsa edizione, con un calo del 5,1%.

Roma ha fatto registrare il numero più alto di biglietti venduti, 871.430.

La Capitale è seguita da Frosinone, (118.640), Viterbo (50.680), Latina (43.300) e Rieti (34.140).

La Lombardia occupa la seconda posizione della classifica di quanti hanno tentato la fortuna e anche in questo caso c’è da registrare una flessione delle vendite: sono stati 959.400 i biglietti venduti, con un -9% rispetto allo scorso anno.

Con 583.840 tagliandi, la Campania è la terza regione per numero di biglietti venduti.

Anche nella regione del sud Italia si segnala una diminuzione delle vendite, rispetto allo scorso anno, il calo è del 4%.

Sono invece la Basilicata, il Molise e la Valle d’Aosta le tre regioni dove la fortuna si è tentata di meno.

E anche in queste tre regioni si registrano cali di vendite rispetto allo scorso anno.

Chiude la classifica dei biglietti venduti della Lotteria Italia la Valle d’Aosta, dove sono stati venduti 15.080 tagliandi, con una diminuzione del 2,7%.

L’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria Italia avverrà su RaiUno nel corso di ‘Soliti Ignoti – Il Ritorno – Speciale Lotteria Italia’, l’appuntamento con lo show di Amadeus.

L’Appuntamento stasera in diretta è alle 20.35 dal Teatro delle Vittorie.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)