Nel materano arriva il tango di questi giovani artisti argentini con esperienze di altissimo livello! I dettagli

La decima tappa del Festival Appennino Mediterraneo andrà in scena a Tricarico, ore 19:00 Teatro Comunale con lo spettacolo “Tango Origen”.

F.A.ME. è un festival riconosciuto e sostenuto da quest’anno, e fino al 2024, dal Ministero della Cultura; ideato, organizzato e promosso dalla Fondazione Appennino ETS con la direzione artistica della prof.ssa Giovanna D’Amato.

L’organizzazione in una nota fa sapere:

“Una scelta “destagionalizzata” difficile ed affascinante, che mira a sostenere gli sforzi di amministratori ed operatori del territorio nel mese di Autunno, unendoli idealmente attraverso la musica, il teatro e la danza; mescolando cultura e storie dell’Appennino e del Mediterraneo in un’unica offerta, dentro un unico cartellone.

Vogliamo insieme vivere con le comunità tutta la bellezza di ciò che sta nascendo come progetto culturale ed artistico; un’alba nuova per utilizzare le parole di Rocco Scotellaro.

Grazie anche al sostegno e al contributo della Provincia di Matera e al patrocinio e alla disponibilità del Comune di Tricarico andrà in scena uno spettacolo in cu la passione e l’arte viaggiano sulle note e sui passi del tango.

“Tango Origen” è uno spettacolo corale e narrativo in cui tre coppie di ballerini ed un’orchestra condividono il palco in un affresco del tango ricco di eleganza ed energia.

La Tango Rouge Company è diretta da Neri Piliu e Yanina Quinones, due giovani artisti argentini che vantano esperienze di altissimo livello nell’ambito del tango e che li vede continuamente impegnati in tournée e seminari, quali protagonisti di festival e grandi eventi; essi rappresentano lo spirito stesso dello spettacolo di cui sono i primi ballerini e di cui hanno curato tutte le coreografie.

Tango Origin è pensato tra concerto e show, in cui si alternano diversi quadri, amplificati dall’intensità delle note degli arrangiamenti musicali dal vivo dell’orchestra. Prende così vita un tango trasformista che prima di immergersi nei lustrini del palcoscenico ha attraversato la polvere delle strade.

Un tango che stravolge le dinamiche di seduzione degli adulti. Un tango che, pur popolando l’Olimpo delle arti, non abbandona mai l’universo del divertimento.

Un tango che esprime passione, drammaticità e benessere, attraverso le interpretazioni delle coppie danzanti, che strette in un abbraccio, riescono costantemente a coinvolgere ed emozionare il pubblico grazie a quella incredibile comunicazione tra corpi che solo il ballo rioplatense riesce a generare”.

Questa la locandina dello spettacolo.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)