Il 2023 è l’anno dei weekend lunghi: ecco i ponti che ci aspettano

Il 2023 sarà un anno davvero ricco di possibilità per chi ama fare una gita fuori porta: ci sono molti ponti legati alle festività, da sfruttare per viaggiare

Nel corso dei prossimi dodici mesi ci sono infatti numerose occasioni per weekend lunghi prendendo poche giornate di ferie, ma vediamo nel dettaglio mese per mese.

Quali sono le opportunità da non lasciarsi sfuggire quest’anno?

Ecco il calendario dei ponti e delle feste del 2023.

Ma vediamoli nel dettaglio come riportato su Today:

“A Gennaio il primo venerdì festivo cade Venerdì 6 con la festività dell’Epifania da aggiungere al sabato e alla domenica successivi.

Poi occorre aspettare aprile e saltata la pasqua (9 aprile) e il successivo lunedì dell’angelo si arriva al 25 aprile che cade di martedì con la festa della Liberazione.

Prendendo ferie lunedì 24 ci si aggancia al sabato 22 e domenica 23: 4 giorni di “stacco” che si possono legare al Primo maggio con la Festa del lavoro che cade di lunedì. Per chi può esagerare con 4 giorni di ferie si può organizzare un viaggio di dieci giorni.

Arrivati a Giugno venerdì 2 cade la ricorrenza della Festa della Repubblica da agganciare al weekend successivo.

Poi occorre aspettare ferragosto martedì 15 agosto e per chi non è già in vacanza può puntare al ponte chiedendo il lunedì 14 di ferie.

Con l’estate alle spalle si arriva a Novembre e a una duplice possibilità visto che Ognissanti cade di mercoledì: con due giorni di ferie lunedì 30 e martedì 31 ottobre ci si può ricavare un bel weekend ad Halloween.

Oppure: due giorni di ferie giovedì 2 e venerdì 3, da aggiungere a sabato 4 e domenica 5.

Correndo veloci a dicembre 2023 l’Immacolata sarà venerdì 8 dicembre da legare a sabato 9 e domenica 10. E per i milanesi ci sarà un giorno bonus con il 7 dicembre Sant’Ambrogio.

Finale d’anno scoppiettante con Natale e Santo Stefano che cadono di Lunedì 25 e martedì 26 dicembre e Sabato 30 e domenica 31 per preparare la notte di San Silvestro e il lunedì 1° gennaio 2024″.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)