A Matera in scena il sogno italiano di due fratelli! Insieme alla straordinaria voce di Katia Ricciarelli…

I have a dream!

Chi non conosce questa famosa frase di Martin Luther King.

Io ho un sogno!

Sarà stata questa la guida dei Fratelli Frida, che da un piccolo Comune della Campania sono volati a Boston per coronare il loro sogno musicale?

Ci piace pensare di si.

Quel discorso del 1963 ha fatto la storia e sicuramente non saranno da meno questi due musicisti che, ieri, hanno incantato la città dei Sassi con la loro performance.

Come dimostra il grande successo ottenuto, grazie all’esibizione di Domenica 8 Settembre 2019, alle ore 20:30, nel Parco del Castello Tramontano di Matera, con lo spettacolo “Il Sogno Italiano – The Italian Dream”.

Assieme all’Orchestra internazionale della Campania diretta da Leonardo Quadrini sul palco erano presenti:

  • Joseph Freda;
  • Anthony Freda;
  • Ryann Murray;
  • Christopher Murray.

Special guest Genei D’Alelio.

La serata è stata allietata dalla voce di Katia Ricciarelli (presentatrice dell’evento) e da Tonino Bernardelli.

Alla guida della produzione: Franco Mariello.

Joseph Freda così spiega l’idea che ha dato origine al tour musicale in Italia:

“Io e mio fratello Antonhy siamo originari della frazione di San Michele di Pratola Serra, centro in provincia di Avellino e da 36 anni viviamo a Boston.

E’ stata nostra madre a trasmetterci la passione per la musica classica.

Io sono un chitarrista e compositore, mentre mio fratello Anthony è cantante e arrangiatore dei pezzi”.

Joseph e Antonhy Freda sono originari di San Michele di Pratola ma vivono, da oltre 30 anni, a Boston, dove hanno creato un’etichetta discografica, la Freda World Music, per la quale hanno pubblicato l’album “The Dream”.

Il titolo non è casuale, perché da sempre il loro sogno è stato quello di cantare in Italia: un sogno che è diventato realtà.

Non ci resta che fare i nostri complimenti a loro e a tutta l’Orchestra.

Ci siete stati

Di seguito alcune immagini della serata.

a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)