GIRO D’ITALIA: IL MATERANO DOMENICO POZZOVIVO CONTINUA LA SUA CORSA VERSO L’AMBITA VITTORIA

Tappa faticosissima quella di ieri che ha visto il corridore lucano Domenico Pozzovivo impegnarsi nel GP di Montagna più difficile di tutto il Giro D’Italia quello del BlockHaus: una pendenza costante quasi infinita per i ciclisti resa ancora più dura dalla totale esposizione al sole in una giornata con temperature che toccavano i 29 gradi.

La nona tappa partita da Montenero di Bisaccia è stata protagonista di una rovinosa caduta che ha coinvolto circa quindici corridori che facevano parte del gruppone inseguitore: una moto della polizia ferma inspiegabilmente sul ciglio della strada ha fatto da intralcio ai ciclisti che stavano passando per lo più molti appartenenti al team Sky

Domenico Pozzovivo non è stato coinvolto nella caduta perché si trovava nel gruppo di testa e da scalatore puro si è ben difeso restando in quella posizione fino a dieci chilometri dalla fine, ma quando il condor Nairo Quintana ha iniziato alla vecchia maniera una serie di cinque scatti a sei chilometri dalla fine, nessuno è riuscito a tenergli testa, neppure il campione in carica Vincenzo Nibali che ha tentato di reagire portandosi poi fuori giri.

Domenico Pozzovivo con astuzia ha mantenuto il suo passo senza cercare di riprendere il colombiano della Movistar in forma fisica impressionante ed è riuscito a chiudere così al sesto posto a soli 1’18’’ da Quintana.

Nella classifica generale la situazione è pressoché invariata: il lucano infatti si trova al sesto posto alle spalle di Nibali e distante 1’29’’ dalla maglia rosa conquistata proprio ieri da Quintana.

Il turno di riposo previsto nella giornata di oggi sarà fondamentale per riprendere le forze in vista della cronometro di Sagrantino.

Il Giro d’Italia è ancora lungo, anzi si può dire che sia appena iniziato, mancano all’appello diversi Gran premi di Montagna, alcuni dei quali molto più nelle corde del nostro campione leader dell’AG2R.a
a

MATERANEWS.NET
(Autorizzazione Tribunale n. 473)